Navigare su FFS.ch

Link diretti

Scheda informativa treni bipiano TLP (16.12.2016).

  • Per circa 1,9 miliardi di franchi, le FFS acquistano 62 treni bipiano per il traffico a lunga percorrenza. Grazie ai nuovi treni, sull’asse est-ovest in futuro aumenteranno i posti a sedere e migliorerà l’offerta. 
  • La messa in servizio di questi treni è stata rimandata di tre anni rispetto ai piani iniziali (per i motivi si veda la domanda 7).
  • Nell’ambito del progetto, verifichiamo costantemente e in modo sistematico la qualità e le tempistiche.
  • Riteniamo che i treni possano verosimilmente essere omologati nell’estate 2017. Per esperienza sappiamo che dovremo aspettarci difetti iniziali, come sempre quando si introduce una nuova flotta. 
  • Le FFS sottoporranno i treni al rodaggio nella seconda metà del 2017 e avvieranno il prima possibile la fase di «esercizio mirato». Ciò significa che i treni saranno adibiti al trasporto di viaggiatori senza però essere previsti stabilmente nell’orario. Le FFS non scenderanno a compromessi per quanto riguarda la qualità e non faranno esperimenti coinvolgendo i clienti. 
  • I treni bipiano TLP sono finanziati con mezzi propri. Non è vero che questo materiale rotabile viene pagato con i soldi dei contribuenti. Se la consegna dei treni bipiano TLP dovesse essere ulteriormente rimandata, saranno applicate altre sanzioni.

Domande e risposte.

1. Quanto costerà ai contribuenti il ritardo accumulato nel progetto?

  • I treni bipiano TLP sono finanziati con mezzi propri. Per il finanziamento del materiale rotabile per il traffico a lunga percorrenza si attinge all’attività corrente delle FFS. Non è vero che questo materiale rotabile viene pagato con i soldi dei contribuenti. 
  • A novembre 2014, le FFS e Bombardier si sono accordate su un nuovo piano di consegna. Come indennizzo per il ritardo accumulato, le FFS hanno ottenuto tre treni supplementari e pezzi di ricambio. 
  • Se la consegna dei treni bipiano TLP dovesse essere ulteriormente ritardata rispetto a quanto stabilito nel piano di novembre 2014, saranno applicate altre sanzioni e potranno essere avanzate richieste di risarcimento danni. Sull’ammontare le parti hanno convenuto di mantenere il più stretto riserbo. 
  • Ulteriori costi che non dovessero poter essere coperti con sanzioni o risarcimenti dei danni non andranno comunque a carico dei contribuenti. A risentirne saranno eventualmente solo le FFS nella misura in cui diminuirebbero gli utili e verrebbe compromesso il margine di manovra aziendale per gli investimenti.
  • Inoltre, gran parte dei pagamenti avviene al momento della consegna dei treni, conforme al contratto.

2. A quanto ammontano le spese supplementari che le FFS ...

... prevedono di dover sostenere internamente a causa di questi anni di ritardo?

  • Com’è abitudine in caso di acquisti di questo tipo, le FFS hanno pattuito con Bombardier l’applicazione di penali in caso di spese supplementari dovute a ritardi nelle consegne. Tali sanzioni sono legate a criteri ben definiti. 
  • Sui contenuti dettagliati del contratto di fornitura d’opera le parti hanno convenuto di mantenere il più stretto riserbo. 

3. Apparentemente i treni non potranno essere messi in servizio ...

... neanche con il cambiamento d’orario di dicembre 2017. Cos’hanno da dire le FFS a riguardo?

  • Riteniamo che i treni possano verosimilmente essere omologati nell’estate 2017. Per esperienza sappiamo tuttavia che dovremo aspettarci difetti iniziali, i quali potrebbero ritardare la messa in servizio prevista dei treni. 
  • Le FFS non scenderanno a compromessi per quanto riguarda la qualità e metteranno in servizio i treni solo quando saranno perfettamente funzionanti. Non intendiamo fare esperimenti coinvolgendo i clienti. 
  • Una volta che i treni saranno stati omologati e che soddisferanno gli standard di qualità, le FFS li prenderanno in consegna e li metteranno in servizio.

4. Cosa vuol dire omologare i treni? Non è possibile circolare subito?

  • Con omologazione si intende la conferma conferita dall’Ufficio federale dei trasporti del fatto che il veicolo può circolare in piena sicurezza. 
  • A questo stadio, tuttavia, non si ha ancora alcuna conferma circa l’affidabilità / idoneità all’esercizio del veicolo. Per questo nella seconda metà dell’anno le FFS svolgeranno una vasta attività di rodaggio con apposite corse. 

5. Quali vantaggi crea il bipiano TLP per i clienti?

  • Più posti a sedere.
  • Prese di corrente in corrispondenza di tutti i posti a sedere in 1ª come in 2ª classe. 
  • Ripetitori di ultima generazione per la rete cellulare per telefonare e accedere a Internet. 
  • Carrozza famiglia più allettante e ristorante moderno sui veicoli (tipo IC).
  • WC luminosi e spaziosi (WC accessibili in sedia a rotelle e bagno della carrozza famiglia con fasciatoio). 
  • Moderno sistema di informazione per i viaggiatori. 
  • Videosorveglianza e sistema per chiamate d’emergenza per la sicurezza dei viaggiatori. 
  • Pressurizzazione: onde di pressione più contenute e meno pressione nelle orecchie, ad es. all’interno delle gallerie. 

6. Dove saranno impiegati i treni?

  • Per cominciare sull’asse est-ovest tra San Gallo e Ginevra. Successivamente anche su altre tratte. 

7. Perché siamo arrivati a tre anni di ritardo con la consegna ....

... dei treni?

  • I motivi del primo ritardo di due anni sono stati resi noti il 27 aprile 2012: si veda 
  • Un ulteriore anno di ritardo è stato comunicato il 19 novembre 2014: si veda 

8. Cosa succederà se il ritardo della consegna supererà quello ...

... previsto? Quale soluzione sostitutiva avete?

  • A fronte del ritardo accumulato finora, i nostri clienti viaggeranno più a lungo del previsto con il materiale rotabile esistente. Si tratta perlopiù di treni ammodernati (ad es. IC 2000 anziché bipiano TLP, CU IV / EC / Bpm 51 anziché IC 2000 ecc.). Solo in casi sporadici è possibile che venga impiegato materiale rotabile più vecchio. Proprio per questo le FFS hanno investito già anni fa nell’ammodernamento della flotta attuale (ad es. Bpm 51).
  • Le FFS possono continuare a sopperire alla ritardata messa fuori servizio dei vecchi treni ancora fino alla fine del 2018. 

        

Tappe del progetto fino a oggi.

  • Assegnazione della commessa, 12 maggio 2010: le FFS lanciano la più grande ordinazione di materiale rotabile della loro storia a Bombardier Transportation: un mandato per 59 treni a due piani per il traffico a lunga percorrenza, di cui 50 composizioni di 200 metri e 9 composizioni di 100 metri di lunghezza. La commessa ammonta a 1,9 miliardi di franchi circa. La decisione è stata presa in seguito a una complessa gara d’appalto, conforme agli accordi internazionali e alle disposizioni legali in vigore in Svizzera.
  • Fase di modellazione (prima metà del 2011): per allineare la struttura interna dei treni il più possibile alle esigenze della clientela, Bombardier e le FFS iniziano costruendo un modello in legno in scala 1:1. Esso comprende tutti i settori del nuovo treno di interesse per gli utenti. A seguito delle visite al modello, nella prima metà del 2011 più di 200 esperti presentano oltre un migliaio di proposte di miglioramento per il concetto globale.
  • Ritardo, aprile 2012: Bombardier e le FFS annunciano due anni di ritardo. Le cause sono, da una parte, problemi con la costruzione della cassa del treno e l’onerosa fase di modellazione e, dall’altra, una sentenza del Tribunale amministrativo federale seguita a un ricorso di alcune associazioni di aiuto ai disabili. Queste ultime avevano richiesto uno scompartimento supplementare per i disabili e un mobilift per la carrozza ristorante. Le FFS portano la sentenza davanti al Tribunale federale che dà loro ragione. Per il progetto, tuttavia, questa decisione arriva troppo tardi.
  • Nuovo piano di consegna, novembre 2014: Bombardier e le FFS si accordano su un nuovo piano di consegna. Si prevede di far entrare in circolazione i treni nel 2017, ovvero con circa un altro anno di ritardo rispetto a quanto originariamente previsto. Entro il 2020 il ritardo dovrebbe essere colmato. Il nuovo piano delle forniture è parte di un pacchetto globale che chiarisce i punti in sospeso riguardo ai ritardi accumulati finora. Nell’ambito degli accordi, le FFS accettano da Bombardier tre treni supplementari gratuiti, come pure pezzi di ricambio, a condizione che la qualità rilevata nei test sui treni di prova, che si svolgeranno nella primavera del 2015, soddisfi i requisiti posti dalle FFS.
  • Treni di prova, maggio 2015: i primi due treni di prova soddisfano i requisiti concordati. Da allora vengono svolte corse test a Velim nella Repubblica Ceca e sulla rete delle FFS.

Footer