Navigare su FFS.ch

Link diretti

Nuovi treni FFS a due piani per il traffico a lunga percorrenza: Le FFS ricorrono contro la decisione del TF – due anni di ritardo per i nuovi treni.

Il nuovo treno a due piani delle FFS per il traffico a lunga percorrenza sarà consegnato verosimilmente solo a fine 2015, con due anni di ritardo. Una parte del ritardo è da attribuire alla sentenza del Tribunale amministrativo federale, che obbliga le FFS a realizzare una toilette supplementare per le persone disabili nella carrozza contigua al vagone ristorante. Le FFS presenteranno ricorso contro la sentenza, per la certezza del diritto in vista di futuri progetti di fornitura. Nel nuovo treno sono previsti otto posti per sedie a rotelle. Un anno circa di ritardo risulterà dai problemi inerenti la costruzione della cassa del treno.

I nuovi treni bipiano per il traffico a lunga percorrenza non entreranno in circolazione come previsto a dicembre 2013, ma probabilmente solo a fine 2015. Bombardier farà tutto il possibile per consegnare prima i treni. Questo ritardo non avrà ripercussioni sul numero dei treni e sulle collegamenti, poiché è prevista un’introduzione scaglionata dei nuovi convogli bipiano, che sostituiranno i treni a due piani del tipo IC2000 attualmente in circolazione sull’asse est-ovest. Tuttavia gli IC2000, a causa dello slittamento della consegna, saranno disponibili per altre tratte più in là nel tempo, dove sostituiranno il vecchio materiale rotabile. Inoltre, per poter continuare a garantire un elevato confort per la propria clientela, le FFS investiranno nella manutenzione e nell’ammodernamento degli attuali convogli.

FFS vuole la sicurezza del diritto.

Le FFS ricorreranno contro la sentenza del Tribunale amministrativo federale. Sentenza che le obbliga a prevedere uno scompartimento supplementare per le persone disabili composto da una toilette e tre posti per sedie a rotelle in uno dei vagoni adiacenti al vagone ristorante. La decisione del Tribunale federale crea pregiudizio alle FFS per quanto concerne le esigenze di accesso ai treni per i disabili per quanto concerne i futuri progetti di fornitura treni.

La decisione delle FFS di ricorrere contro la sentenza si basa anche sul fatto che l’Ufficio federale dei trasporti aveva dichiarato che i disegni tecnici del progetto (schizzi allegati) erano conformi alla legge sulle persone disabili. Il concetto originale del treno prevede per le persone con mobilità ridotta accessi ribassati, otto posti per sedie a rotelle distribuiti nel convoglio, toilette accessibili a persone con mobilità ridotta e un servizio catering al proprio posto. Sin dall’inizio del progetto vi è stata e vi è una collaborazione attiva con le associazioni di aiuto ai disabili, che tuttavia hanno presentato ricorso. Indipendentemente dalla futura decisione del Tribunale federale di accettare o meno la sentenza del Tribunale amministrativo federale, le FFS prevedono un ritardo di almeno otto mesi a causa del maggior onere progettuale e ingegneristico dovuto all’adattamento richiesto.

A ciò vanno aggiunti quattro mesi di ritardo già comunicati. Nella prima metà del 2011 sono giunte circa un migliaio di proposte di miglioramenti al modello in legno in scala 1:1 da oltre 200 gruppi di interesse. Poiché per le FFS è importante realizzare un treno il più possibile vicino ai bisogni della clientela, FFS e Bombardier hanno integrato il massimo delle proposte realizzabili – anche nell’ottica che il nuovo treno sarà il portabandiera della flotta FFS. La loro implementazione comporta tuttavia un certo dispendio di tempo.

Adattamento della cassa.

I problemi di adattamento della cassa sono all’origine dell’altra metà del ritardo complessivo di due anni. Nel corso di una verifica interna della qualità nella fase di sviluppo di dettaglio, Bombardier ha notato scostamenti nella durata della stabilità e ha subito introdotto le necessarie modifiche per la corretta realizzazione della cassa. Secondo Bombardier questo provoca un ritardo di almeno dodici mesi.

Su chi dovranno ricadere i costi causati dal ritardo è oggetto di una continua trattativa tra FFS e Bombardier. Sull’ammontare della pena convenzionale prevista contrattualmente è stato concordato tra le parti di mantenere il riserbo.

Viaggiare con un Handicap – le FFS desiderano l‘autonomia.

Le FFS applicano la legge sui disabili del 2004, e apportano costantemente modifiche al proprio materiale rotabile, all’infrastruttura e ai canali di informazione alla clientela. Nel 2011 sono state 45 le tratte su cui hanno circolato treni con pianale ribassato e sono sempre di più le stazioni che presentano un accesso ai convogli privo di ostacoli. Le FFS offrono inoltre ai viaggiatori portatori di handicap titoli di trasporto a prezzo ridotto. Attraverso il Call Center Handicap FFS di Briga i viaggiatori in sedia a rotelle, con mobilità ridotta, ipovedenti o con problemi di udito, ed anche con handicap mentale le FFS offrono assistenza gratuita per accedere dai treni. Nel 2011 il Call Center Handicap FFS ha organizzato oltre 120'000 interventi per i propri clienti diversamente abili. In totale ogni anno sui treni FFS viaggiano quasi 357 milioni di passeggeri.

Informazioni.

Servizio stampa FFS: Telefono +41 (0)51 227 64 98, press@sbb.ch
Bombardier Transportation: Telefono +41 (0)44 318 36 65, stephane.wettstein@ch.transport.bombardier.com

Contatto  

Ferrovie federali svizzere FFS
Communicazione & Public Affairs
Hochschulstrasse 6, 3000 Berna 65

Telefono:
 +41 (0)51 220 41 11
Fax:
 +41 (0)51 220 43 58

press@ffs.ch / www.ffs.ch 

 

Footer